Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /customers/0/a/7/check-up.it/httpd.www/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2734 Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /customers/0/a/7/check-up.it/httpd.www/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2738 Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /customers/0/a/7/check-up.it/httpd.www/wp-content/plugins/revslider/includes/output.class.php on line 3679 Una breve intervista con Antonio Di Tommaso, nuovo GM di Check Up | Check Up

Una breve intervista con Antonio Di Tommaso, nuovo GM di Check Up

Facciamo qualche domanda ad Antonio Di Tommaso, da novembre nuovo General Manager di Check Up, per conoscerlo e capire quali sanno i suoi obiettivi.

In quale settori ha operato durante la sua carriera professionale?

La mia formazione professionale è decisamente eclettica. Nel corso degli anni sono venuto a contatto con diverse realtà industriali a partire dal campo delle tecnologie militari, agli elettromedicali, fino al settore degli elettrodomestici di pregio, includendovi una molto arricchente esperienza in consulenza. Ho ricoperto posizioni di vario spessore, a partire dal capoprogetto fino all‘amministratore delegato, e soprattutto mi sono sempre confrontato con interlocutori di tutto il mondo, anche con prolungate residenze all’estero.

Quale sarà la sua sfida all’interno di Check Up?

Il mio obiettivo è quello di comprendere a fondo le potenzialità e la vocazione dell’azienda Check Up: dovremo sintetizzarne i valori e su questi fare leva per la nostra proposta al mercato e per un messaggio coerente con la nostra identità.

Stiamo lavorando per sincronizzare tutte le risorse allo scopo di spingerci insieme verso nuove frontiere, che sono convinto esistano, siano molto interessanti e possano essere raggiunte al costo di una grande mole di lavoro comune.

Quali sono secondo lei le corde sulle quali costruire la futura strategia di Check Up?

Negli ultimi anni il settore dell’innovazione e delle tecnologie ha subito una forte accelerazione che ha trasformato tutto il comparto, tanto da poter parlare del “Rinascimento dell’Elettronica”.

Check Up ha costruito in questi anni una solida esperienza nel campo della tecnologia digitale. Contemporaneamente l’imprenditore Michele Carlet ha una vera ossessione per l’innovazione. Questo ha portato l’azienda alla padronanza delle soluzioni più all’avanguardia. Direi che i nostri pilastri sono Internet-of-Things, Voice e Gesture Recognition, Intelligenza Artificiale e sensori di ogni genere, e su questi dovremo crescere.