SENSORI E IOT

Sensori che consentono la raccolta dati e rendono “intelligenti” gli oggetti, abilitando nuove funzioni e nuovi servizi che erano inimmaginabili prima. Grazie ai sensori e all’IoT (Internet of Things) è possibile sfruttare i dati che vengono raccolti e analizzati anche da sistemi di intelligenza artificiale.

I sensori negli anni hanno cambiato la nostra vita e svolgono le loro funzioni in modo discreto ma molto efficace. Ci accompagnano in quasi tutte le attività che svolgiamo e sono un fattore importante nel miglioramento dell’uso dei dispositivi che ci circondano, tanto più che riteniamo  scontate delle funzionalità che senza di essi nemmeno esisterebbero.
Non solo sono un driver funzionale, ma tutelano quotidianamente la nostra sicurezza come ad esempio l’abs, frenata di emergenza o il corretto scoppio di un airbag.

Check up da anni sviluppa elettronica con integrato un importante range di sensori fondamentali per fornire un importante vantaggio competitivo ai nostri clienti.

Wireless

Tutti i nostri prodotti sono completamente wireless e utilizzano tecniche innovative per trasferire flussi dinamici di dati utilizzando LoRaWAN.

Installazione facile e veloce

I nostri sensori wireless possono essere installati ovunque in pochi minuti. Nessun cavo per alimentazione o comunicazione.

Analisi e sicurezza dei dati

I nostri algoritmi di elaborazione semplificano il tuo lavoro. Senza alcuno sforzo puoi comprendere dati complessi con il nostro mix di strumenti di intelligenza artificiale. E li trattatiamo in modo sicuro.

Aggiornamenti costanti

Quando utilizzi i nostri prodotti, puoi stare tranquillo sapendo che lavoriamo sempre duramente per mantenerli aggiornati e protetti.

Riduzione dei costi

Ridurre i costi di installazione e ottimizzare gli interventi di manutenzione sulle strutture, con le soluzioni più convenienti.

Sensore ToF (time of flight)

Sensori che calcolano il tempo di volo: emettono luce invisibile nel range dell’infrarosso (850 nm) che rimbalza sugli oggetti che incontra e misurandone la distanza. Permettono di rilevare anche la presenza di oggetti senza l’invasività dei sensori “pir” e relativa lente, ma soprattutto sono sensori di movimento adatti anche ai sistemi automatici di illuminazione.
Le applicazioni sono molteplici : La distanza calcolata tra la fonte e un oggetto in moviemento (anche una mano) potrebbe corrispondere ad una dimmerazione della luce, utile ad esempio negli spazi (corridoi, scale, etc) dove si accende solo al passaggio le persone o si affievoliscono se la stanza è vuota, in perfetta sicurezza e garantendo un risparmio energetico.

Dimensioni molto piccole anche di qualche millimetro.

Alimentazione a batteria: NO

sensori-tof
utilizzi sensori tof
uso sensori umidità e temperatura

Sensori temperatura umidità

Sensori che misurano temperatura e umidità fondamentali per determinare la qualità dell’aria indoor e outdoor.
In alcuni stati, come la Germania, sono obbligatori nei luoghi di lavoro al fine di monitorare e certificare che i dati relativi alla salubrità dell’aria rientrino in parametri fissati da leggi molto severe e puntuali che prevedono multe piuttosto salate in caso di non adempimento.
Questo tipologia di sensore può essere integrato anche all’interno di lampade ed interfacciato ad un sistema di domotica connesso con la parte HVAC (Heating, Ventilation and Air Conditioning), per soluzioni interessanti ed innovative.

Alimentazione a batteria: SI

APPLICAZIONI IN PRODOTTI CHECK UP: ItAir, Aircub.
APPLICAZIONI IN ALTRI PRODOTTI: stufe, sistemi di domotica, smart agricolture

uso sensori umidità e temperatura

Sensore di composti organici volatili (VOC)

I sensori di composti organici volatili (VOC) sono ormai essenziali per capire il grado di inquinamento all’interno degli ambienti. Gli ambiti applicativi sono molteplici compreso il monitoraggio degli odori e relativa attuazione
di dispositivi atti a ridurre gli stessi.

Alimentazione a batteria: NO

APPLICAZIONI IN PRODOTTI CHECK UP: ItAir, Aircub.

Sensore di polveri sottili PM1-10

Sensori per la rilevazione di polveri sottili che misurano tutte quelle particella da 1 micron fino a 10 micron, altresì indicato nei termini PM1 – PM10. Fondamentale per le applicazioni indoor e capire il grado inquinamento, ma altrettanto interessante in outdoor per conoscere, ad esempio, il momento più opportuno per usufruire di spazi all’aperto nelle ore di minore concentrazione di inquinamento se questi sono posti in centro città.

Alimentazione a batteria: SI

APPLICAZIONI IN PRODOTTI CHECK UP: ItAir, Aircub.
APPLICAZIONI IN ALTRI PRODOTTI: stufe, sistemi di domotica, smart agricolture

Sensore CO2

I sensori per il rilevazione della CO2, ormai indispensabile in diverse applicazioni indoor dove l’aumento dell’anidride carbonica influenza non solo la qualità della vita ma anche la concentrazione degli operatori. In concomitanza ad un sistema
HVAC può automatizzare il cambio d’aria in base alla quantità rilevata e reintrodurre l’ossigeno nell’ambiente o più semplicemente avvertire l’utente che apra una finestra (o farlo fare in automatico da un sistema)

Alimentazione a batteria: SI

sensori luci
utilizzi sensori tof

Sensori luce

Sensori che rilevano sia la quantità di luce che il suo colore ed intensità. Le applicazioni pratiche sono numerose e ingegnose: è possibile uniformare la luce grazie ai corpi lampada connessi, modificarla in base alle condizioni ambientali esterne e automatizzare i sistemi di illuminazione sia indoor che outdoor. Grazie alla quantità di luce percepita dal sensore è possibile anche gestire impianti di climatizzazione che possono entrare in funzione in determinati momenti della giornata.
Il risultato in questo caso è una ottimizzazione dell’utilizzo dell’energia elettrica e al contempo un miglioramento delle condizioni biologiche degli ambienti

Alimentazione a batteria: SI

sensori luci
utilizzi sensori tof

Sensori vibrazione

Questo tipo di sensori possono essere autoalimentati ed essere integrati a scomparsa anche nelle installazioni più critiche e sono in grado di eseguire misurazioni statiche o dinamiche.

Possono servire ad un monitoraggio di sicurezza o semplicemente per riconoscere un comando touch.

sensori vibrazione

Sensori MEMS

Comprendono Accelerometro, magnetometro e giroscopio.

Il funzionamento delle MEMS può essere descritto considerando il circuito integrato come il “cervello” del sistema, in grado di monitorare l’ambiente circostante attraverso altri dispositivi (“sensi” e “braccia”) presenti sullo stesso chip. In questo modo, il sistema raccoglie informazioni misurando fenomeni meccanici e magnetici.

L’apparecchiatura elabora le informazioni ottenute dai sensori e risponde ai cambiamenti nell’intervallo di tempo convertendo grandezze fisiche in impulsi elettrici, utilizzare una logica appropriata per elaborare tali informazioni e infine rispondere con determinate azioni

sensori luci
utilizzi sensori tof